Descrizione Progetto

Venezia Giulia

Indicazione Geografica Tipica

Passito di uve autoctone
Bianco

Angelo

Caratteristiche del vino Angelo – Passito di uve autoctone

Vino da meditazione, complesso, strutturato, dal colore antico caratterizzato dai classici sentori dell’appassimento e leggera sensazione d’infavato. Armonizza sensazioni dolci e acidule, sprigionando un avvolgente profumo di frutta candita, vaniglia e fiori di campo.

Abbinamenti gastronomici Angelo – Passito di uve autoctone

Ottimo come aperitivo, accompagna egregiamente tartufi di mare e ostriche. Si esalta sui formaggi saporiti, erborinati e piccanti, sul fegato d’oca e d’anatra.

Temperatura di servizio Angelo – Passito di uve autoctone

12 °C.

Riconoscimenti

  • Gilbert & Gaillard International Wine Guide, 85 pt.
  • Bibenda, Quattro Grappoli
  • I vini di Veronelli, 90 pt.
Terreno Sassoso, tipico delle Grave del Friuli.
Vitigni Autoctoni friulani.
Allevamento Guyot.
Vendemmia 2013, selezione manuale in cassette.
Vinificazione Appassimento delle uve per 60 giorni e vinificazione in bianco, cioè mediante separazione del mosto dalle bucce con spremitura soffice. Fermentazione a temperatura controllata a 20 °C per favorire lo sviluppo e la conservazione dei profumi originari e vinificazione in acciaio inox.
Affinamento 18 mesi in barrique di rovere.
Produzione 2000 bottiglie numerate.